Occupazione suolo pubblico

  • Servizio attivo

L'occupazione del suolo pubblico riguarda l'utilizzo temporaneo o permanente di aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile di una comunità, come strade, piazze o marciapiedi, per varie finalità.


A chi è rivolto

Le disposizioni relative all'occupazione del suolo pubblico sono rivolte a diverse categorie di soggetti, tra cui:

  • Imprenditori e Commercianti: Per l'installazione di strutture temporanee legate alle proprie attività commerciali, come tavoli, sedie, dehors per ristoranti, bar, e bancarelle per i mercati.
  • Organizzatori di Eventi: Per eventi temporanei che richiedono l'uso di spazi pubblici, come concerti, fiere, festival e manifestazioni culturali o sportive.
  • Costruttori e Imprese Edili: Per l'occupazione temporanea di spazi durante lavori di costruzione, ristrutturazione o manutenzione, che possono includere l'installazione di ponteggi, deposito di materiali, o strutture per la sicurezza del cantiere.
  • Enti Pubblici e Associazioni: Per attività istituzionali, culturali, politiche, filantropiche o religiose che necessitano di spazi pubblici.
  • Gestori di Servizi Pubblici: Per l'installazione di infrastrutture legate ai servizi di pubblica utilità, come cabine elettriche, condutture idriche, e antenne per telecomunicazioni.
  • Cittadini e Gruppi Comunitari: Per attività comunitarie o personali che richiedono temporaneamente l'uso di aree pubbliche, come banchetti informativi o raccolte firme.

Tutti questi soggetti devono ottenere le necessarie autorizzazioni dall'ente locale competente, rispettando le regolamentazioni in vigore e corrispondendo il relativo canone di occupazione, salvo esenzioni e agevolazioni previste per specifiche categorie o in determinate condizioni.

Descrizione

L'occupazione del suolo pubblico riguarda l'utilizzo temporaneo o permanente di aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile di una comunità, come strade, piazze o marciapiedi, per varie finalità. Questo può includere installazioni commerciali come tavoli e sedie per ristoranti all'aperto, bancarelle di mercato, strutture temporanee per eventi, lavori edili che richiedono l'uso dello spazio pubblico, passaggi pedonali o carrabili, e impianti pubblicitari. L'accesso a queste aree richiede un'adeguata autorizzazione o concessione dall'ente locale, che prevede il pagamento di un canone basato su criteri come la dimensione dell'area occupata, la durata dell'occupazione, la posizione e il valore economico dell'area. Le normative stabiliscono anche esenzioni e riduzioni del canone per specifiche categorie, come attività di interesse pubblico o situazioni di emergenza.

Come fare

Compila il modulo con i dettagli dell'occupazione e allega i documenti richiesti.

Cosa serve

Per ottenere l'autorizzazione all'occupazione del suolo pubblico, è necessario seguire alcuni passaggi generali, che possono variare leggermente in base alle normative locali

  • Verifica delle Normative Locali: Prima di inoltrare qualsiasi richiesta, è importante informarsi presso il Comune di appartenenza o l'ente locale responsabile sulle specifiche normative in materia di occupazione del suolo pubblico, incluse le tariffe del canone, le aree ammissibili e le eventuali restrizioni.
  • Preparazione della Domanda: Compilare l'apposito modulo di domanda fornito dall'ente locale, che di solito richiede informazioni dettagliate sull'identità del richiedente (persona fisica o giuridica), la natura dell'occupazione, le dimensioni dell'area da occupare, la durata prevista dell'occupazione e la posizione esatta dello spazio pubblico interessato.
  • Documentazione Necessaria: Allegare alla domanda tutti i documenti richiesti, che possono includere piani dettagliati dell'area da occupare, descrizione dell'attività da svolgere, eventuali progetti tecnici per strutture temporanee, assicurazioni e, in alcuni casi, documenti che attestano l'approvazione di altre autorità competenti (es. Soprintendenza in caso di aree storiche).
  • Pagamento del Canone: Informarsi sull'importo del canone di occupazione del suolo pubblico e sulle modalità di pagamento. In genere, il pagamento può essere richiesto al momento della presentazione della domanda o dopo l'approvazione della stessa.
  • Presentazione della Domanda: Inviare la domanda completa di tutta la documentazione all'ufficio competente dell'ente locale, che potrebbe essere l'Ufficio Suolo Pubblico, l'Ufficio Commercio, l'Ufficio Tecnico o un altro dipartimento specifico, a seconda dell'organizzazione comunale.
  • Attesa dell'Approvazione: L'ente locale procederà alla valutazione della domanda, che potrebbe includere controlli in loco e la verifica del rispetto delle norme vigenti. Questo processo può richiedere del tempo, per cui è consigliabile presentare la domanda con un congruo anticipo rispetto alla data prevista per l'occupazione.
  • Ricevimento dell'Autorizzazione: Una volta approvata, l'autorizzazione sarà comunicata al richiedente. È importante leggere attentamente tutte le condizioni imposte dall'autorizzazione, inclusi eventuali limiti temporali, obblighi di manutenzione e di rimozione delle strutture a fine occupazione.
  • Rispetto delle Condizioni: Rispettare scrupolosamente tutte le condizioni stabilite nell'autorizzazione durante il periodo di occupazione del suolo pubblico.

Cosa si ottiene

Ottenendo l'autorizzazione all'occupazione del suolo pubblico, si acquisisce il diritto legale di utilizzare temporaneamente o permanentemente una determinata area di spazio pubblico, come marciapiedi, piazze o strade, per specifiche attività. Questo può includere l'installazione di strutture per il commercio, come tavolini per ristoranti all'aperto, bancarelle per mercati, ponteggi per lavori edili, o l'organizzazione di eventi e manifestazioni. L'autorizzazione assicura che l'uso dello spazio sia conforme alle normative locali, garantendo sicurezza e ordine pubblico.

Tempi e scadenze

I tempi e le scadenze chiave delineati nel regolamento per l'occupazione del suolo pubblico, l'esposizione pubblicitaria e il canone mercatale includono:

30 giorni

Per occupazioni permanenti

la domanda deve essere inoltrata 30 giorni prima dell'inizio dell'occupazione.

10 giorni

Per occupazioni temporanee

la domanda deve essere presentata 10 giorni prima dell'inizio dell'occupazione.

Quanto costa

Le tariffe per l'occupazione del suolo pubblico e per l'esposizione pubblicitaria sono stabilite annualmente e possono variare in base alla categoria della strada, all'entità e alla durata dell'occupazione, e ad altri fattori specifici. Per maggior informazioni consulata il documeto "Aliquote Canone Patrimoniale Unico Cosap Pubbliche Affissioni e Pubblicità"

Accedi al servizio

Oppure, puoi prenotare un appuntamento e presentarti presso gli uffici.

Uffici che erogano il servizio:

Area III- Area Tecnica

Il Settore Tecnico si occupa del patrimonio urbanistico pubblico e privato ed è preposto alla salvaguardia, al controllo ed alla disciplina del territorio comunale.

Responsabili:

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Donato Fiorillo

Email: d.fiorillo@comune.santamarialafossa.ce.it

Unità Organizzativa Responsabile

Area III- Area Tecnica

Il Settore Tecnico si occupa del patrimonio urbanistico pubblico e privato ed è preposto alla salvaguardia, al controllo ed alla disciplina del territorio comunale.

Municipio di Santa Maria la Fossa

Via Municipio

Santa Maria La Fossa (CE), 81050

Responsabili:

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli?2/2

Inserire massimo 200 caratteri